Paola: truffe scoperte in 4 cliniche del tirreno cosentino

Truffe ai danni del servizio sanitario nazionale sarebbero state effettuate, tra il 2008 e il 2010, in quattro case di cura private dell’alto tirreno cosentino. Le indagini, condotte dai Carabinieri del Nas su delega del Procuratore di Paola, Bruno Giordano, hanno portato alla richiesta di rinvio a giudizio per 16 persone, accusate di truffa aggravata. Si tratta dei responsabili legali e sanitari delle diverse strutture, di sei medici e di due falsi fisioterapisti, che non avrebbero avuto alcun titolo per esercitare la professione. Coinvolte le case di cura “San Luca” di Praia a Mare, “Arena” di Sangineto, “Cascini” e “Tricarico” di Belvedere Marittimo. Nel corso dei controlli, i Carabinieri hanno scoperto che sarebbero stati ottenuti rimborsi per prestazioni diagnostiche non previste nella convenzione stipulata con il servizio sanitario nazionale. Interventi odontoiatrici eseguiti in regime di day-hospital sarebbero stati registrati e rimborsati come ricoveri ordinari della durata di più giorni. Inoltre, sarebbero stati effettuati ricoveri d’urgenza anche per interventi assolutamente ordinari, ricoverando interi nuclei familiari provenienti da Sicilia e Basilicata.

Potrebbero interessarti anche...