Paola: riparte il lungo processo Marlane

Dopo la pausa estiva, riparte il processo Marlane nel tribunale di Paola. Il procedimento riguarda le accuse di omicidio colposo plurimo, aggravato dall’omissione delle misure di sicurezza sui luoghi di lavoro, e disastro ambientale contro 12 imputati tra vertici e dirigenti dell’azienda, ex Marzotto, di Praia a Mare, che realizzava tessuti. La fabbrica fu chiusa nel 2004. E proprio qualche giorno fa è morto un altro ex operaio, che si era ammalato di tumore cosi come tantissimi suoi colleghi in quella che è stata ribattezzata la fabbrica della morte. Il procedimento iniziò dopo dieci anni di inchieste, archiviazioni e riapertura delle indagini. Tra le parti civili ci sono numerosissimi ex operai, affetti da neoplasie di vario tipo, e i familiari di quelli deceduti per le patologie oncologiche che, secondo l’accusa, sarebbero state provocate dall’esposizione delle vittime ai fumi tossici delle sostanze coloranti. Per l’11 ottobre è prevista la nomina di nuovi periti: specialisti chimici, geologi, epidemiologi e medici legali incaricati dal tribunale di effettuare una nuova serie di verifiche, anche nell’ex fabbrica e nei terreni circostanti, in cui erano stati interrati alcuni scarti della lavorazione. Intanto si attendono nuovi sit-in e manifestazioni dei comitati dei cittadini.

Potrebbero interessarti anche...