Paola: Procura, adesso il mare è certamente più pulito


Il 2011 è stato l'”annus horribilis” della balneazione calabrese, con il mare sporco quasi ovunque e i turisti esasperati. Era colpa dei depuratori, in condizioni fatiscenti o non curati e che scaricavano i liquami direttamente in mare. Per questo ne sono stati sequestrati decine. Quest’anno, gli effetti della cura radicale cominciano a vedersi, come confermato dal Procuratore di Paola. E se qualcosa è cambiato, lo si deve anche alla mutata coscienza degli amministratori locali. Ed era ora.

Potrebbero interessarti anche...