Paola: la polizia arresta un pericoloso latitante messicano

La polizia di Cosenza ha arrestato, a Firenze, un latitante messicano, Tomas Jesus Yarrington Ruvalcaba, ricercato in ambito internazionale. Si tratta di un politico messicano, in passato appartenente al Partito Rivoluzionario Istituzionale. Fino al 1995, ha ricoperto la carica di sindaco di Matamoros, cittadina che confina con lo stato del Texas, e dal 1999 al 2005 è stato governatore dello Stato di Tamaulipas. E’ stato condannato per associazione per delinquere, traffico di stupefacenti, riciclaggio e frode bancaria. Approfittando delle cariche istituzionali ricoperte, avrebbe ricevuto elevate tangenti da parte di pericolosi Narcos messicani riconducibili al noto “Cartello del Golfo”, agevolandoli nelle esportazioni di ingenti quantitativi di droga verso gli USA. Secondo un collaboratore di giustizia messicano, il sessantenne sarebbe il mandante dell’omicidio di Rodolfo Torre Cantù, candidato a governatore dello stato di Tamaulipas. Latitante dal 2012, è considerato dalla rivista americana “Forbes” come una tra le dieci persone più corrotte del Messico. Su di lui pendeva una taglia di 15 milioni di pesos messicani. Sebbene vi fosse la possibilità che l’uomo potesse essersi sottoposto ad un intervento di plastica facciale, è stato comunque individuato nella cittadina tirrenica di Paola, dove evidentemente si era stabilito da qualche mese, e poi seguito. Si spacciava per Morales Perez, imprenditore messicano. A tradirlo è stata una vacanza che avrebbe voluto trascorrere in Toscana, a Firenze, dove è stato seguito e ammanettato mentre cenava, in piazza della Signoria, con una donna polacca.

Potrebbero interessarti anche...