Paola: i dettagli sul caso della donna uccisa a Cetraro

Non ha dubbi, il procuratore di Paola, Bruno Giordano, sulla colpevolezza di Paolo Di Profio, presunto omicida della ex cognata, Anna Giordanelli, uccisa per strada, a Cetraro, colpita alla testa con un piede di porco. Di Profio avrebbe reso piena confessione, anche se poi, alla presenza del suo avvocato, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Sull’auto del fermato c’erano macchie di sangue e anche a casa dell’uomo sono stati trovati indizi importanti. Inoltre, secondo la testimonianza della ex moglie dell’indagato, sorella della vittima, il piede di porco utilizzato per colpire la vittima per strada era nella disponibilità del Di Profio, descritto anche come un uomo dalla personalità bipolare. Il movente è stato confermato: pare che il presunto omicida attribuisse alla Giordanelli la causa della sua separazione dalla moglie.

Potrebbero interessarti anche...