Paola: ammanco milionario, truffati i frati Minimi


L’ammanco sarebbe di poco inferiore al milione e mezzo di euro. Ma c’è. Ce lo dice, in maniera informale, Padre Rocco Benvenuto, correttore provinciale dell’Ordine dei Minimi, che però non vuole rilasciare interviste ufficiali. Le regole ecclesiastiche sono rigide. “Un nostro confratello è stato truffato”, ci dice. Ma altro non trapela, su questa vicenda venuta alla luce grazie al Quotidiano della Calabria. Che racconta di un ammanco su un conto corrente online del Santuario di San Francesco di Paola. Le offerte dei fedeli sarebbero finite su conti correnti privati e sarebbero state utilizzate per acquistare azioni alla Borsa di Milano. Dagli accertamenti sugli estratti conto sono emersi anche alcuni bonifici in favore di numerose persone, ma non viene specificato il motivo del trasferimento del denaro. L’ammanco sarebbe stato scoperto dopo il trasferimento dell’ex tesoriere del convento, finito a Roma perchè promosso. I frati hanno avviato accertamenti interni per ricostruire le operazioni finanziarie compiute. E non hanno ancora sporto una denuncia ufficiale, come confermato anche dal procuratore di Paola, Bruno Giordano. Tutto però è tracciabile, e si saprebbe già chi ha i codici per accedere al conto online. Nei prossimi giorni il mistero potrebbe essere risolto.

Potrebbero interessarti anche...