Paola: estorsioni a pescatori di tonno, 4 arresti

I militari della Guardia di Finanza hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Paola, nei confronti di 4 persone, indagate per i reati di estorsione aggravata, per aver commesso il fatto in più persone e/o con un’arma (pistola) e da soggetto sottoposto a misure di prevenzione con provvedimento definitivo. Si tratta di Carmine Piemontese, Domenico Iorio, Franco Pinto e Raffaele Mazzuca. Le indagini, svolte dalla Guardia di Finanza e dalla Guardia Costiera e coordinate dalla Procura della Repubblica di Paola, hanno consentito di raccogliere un grave quadro indiziario nei confronti degli indagati, in relazione alle attività di intimidazione perpetrate nei confronti di alcune tonnare nelle giornate del 27, 28 e 29 maggio 2018, durante le attività di pesca al “tonno rosso”, effettuate nelle acque a ridosso delle coste dell’alto tirreno cosentino. L’attività di intimidazione, posta in essere a bordo di piccole imbarcazioni da diporto, era finalizzata ad ottenere illecitamente, mediante minacce, anche con una pistola, una parte del pescato, circa 1000 kg. Nonostante tre degli arrestati, Piemontese, Iorio e Pinto, abbiano dei precedenti penali, dalle indagini non è risultata nessuna contiguità con i gruppi di criminalità organizzata della zona.

Potrebbero interessarti anche...