Cinquefrondi: un arresto per un omicidio d’onore


Ha ucciso l’amante della sorella per vendicare l’onore della famiglia. E’ l’accusa con la quale la polizia ha arrestato, a Cinquefrondi, Giuseppe Bruzzese, 20 anni, incensurato. Secondo quanto e’ emerso dalle indagini della Squadra Mobile di Reggio Calabria e del Commissariato di Polistena, Bruzzese, nel pomeriggio del 2 agosto del 2011, tese un agguato a Francesco Fossari, 43 anni, amante da alcuni anni della sorella. Fossari era in quel momento alla guida della propria automobile, nei pressi del cimitero di Melicucco. Bruzzese costrinse Fossari a scendere dal mezzo e lo freddo’ con alcuni colpi di pistola calibro 9, che raggiunsero la vittima alla testa e al torace. All’omicidio avrebbe partecipato un’altra persona, che la polizia sta cercando adesso di identificare. L’assassinio, inoltre, secondo quanto e’ emerso dalle indagini, sarebbe stato organizzato con la complicita’ morale e materiale di piu’ persone legate alla famiglia Bruzzese, anche queste in corso d’identificazione. A Bruzzese viene contestato l’omicidio volontario aggravato dalla premeditazione. Sia Fossari che la sorella di Bruzzese erano sposati.

Potrebbero interessarti anche...