Palmi: ‘ndrangheta, Vescovo Oppido sblocca processioni per Pasqua

Il vescovo di Oppido Mamertina-Palmi, Mons. Francesco Milito, ha disposto lo sblocco per la Settimana Santa delle processioni religiose, vietate nel 2014 dopo che la statua della Madonna delle Grazie era stata fatta “inchinare” davanti alla casa del boss della ‘ndrangheta, ai domiciliari, Giuseppe Mazzagatti. Milito ha anche diffuso una guida sulle modalità dello svolgimento delle processioni, in cui si dispone che “i portatori delle Statue siano scelti tra fedeli di provata cristianità”. Mons. Milito raccomanda inoltre che i portatori delle Statue dei Santi “siano persone che abitualmente frequentano i sacramenti e la Messa domenicale nonché la vita della Comunità parrocchiale”. L’inchino della statua della Madonna davanti all’abitazione di Mazzagatti aveva indotto il maresciallo dei carabinieri che comanda la caserma di Oppido Mamertina ad abbandonare la processione e ad informare dell’accaduto l’autorità giudiziaria, facendo scattare un’inchiesta da parte della Procura Antimafia di Reggio Calabria.

Potrebbero interessarti anche...