Palmi: arrestati i fiancheggiatori di un latitante

I Carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria hanno arrestato tre fratelli, accusati di aver favorito la latitanza di Antonino Macrì, 49 anni, ritenuto organico alla cosca Alvaro di Sinopoli. Macrì è stato arrestato il 3 febbraio scorso ed era ricercato perchè deve scontare una condanna a 10 di reclusione per reati riguardanti traffico di sostanze stupefacenti e di armi e ricettazione. Le ordinanze di custodia cautelare eseguite sono in realtà 4, perchè di una è destinatario lo stesso Antonino Macrì, accusato di detenzione e porto abusivo di armi. I tre fratelli arrestati sono Antonino, Raffaele e Rocco Cutrì, di 27, 31 e 36 anni. Secondo quanto sarebbe emerso dalle indagini, coordinate dalla Procura di Palmi, gli arrestati avrebbero attuato un’attività di monitoraggio nella zona di Sinopoli, dove il latitante si era rifugiato. E avrebbero poi fornito a Macrì alimenti e provviste. Inoltre si sarebbero resi anche responsabili di minaccia e porto abusivo di armi.

Potrebbero interessarti anche...