Oppido Mamertina: uccide la sorella e si costituisce

Un uomo di 42 anni, Giovanni Frisìna, ha ucciso a coltellate la sorella Rita, 52 anni. L’omicidio è avvenuto nell’abitazione in cui viveva la coppia, ad Oppido Mamertina, nel reggino. Giovanni Frisina si è poi costituito al Commissariato di Polizia di Palmi. L’omicidio sarebbe avvenuto a seguito dell’ennesima lite provocata dai problemi di depressione di cui da tempo soffriva la donna. Giovanni Frisina è un bracciante agricolo e non è sposato, così come non lo era la sorella. Da qualche tempo i rapporti tra i due, che avevano sempre convissuto dopo la morte dei genitori, erano diventati difficili a causa della depressione in cui era caduta Rita. La donna, stando a quanto è emerso dalle indagini, stressava il fratello con continue richieste e con la stranezza dei suoi comportamenti. Le liti erano frequenti. L’ennesima discussione ha portato Giovanni Frisina ad impugnare un coltello da cucina e a colpire ripetutamente, forse più di 20 volte, la sorella, uccidendola all’istante. Il bracciante, dopo il delitto, è salito in macchina e si è diretto verso Palmi, dove si è costituito alla Polizia.

Potrebbero interessarti anche...