Oppido Mamertina: la processione sosta davanti alla casa del boss


La processione della Madonna delle Grazie della frazione Tresilico di Oppido Mamertina, nel reggino, si è fermata davanti all’abitazione del presunto boss della ‘ndrangheta Peppe Mazzagatti, 82 anni, ai domiciliari per motivi di salute. Mentre la processione ha fatto sosta davanti all’abitazione, il comandante della stazione dei carabinieri di Oppido Mamertina si è allontanato, in segno di dissenso. Altri due carabinieri, invece, hanno documentato quanto stava accadendo. Gli esiti dei loro accertamenti confluiranno in una relazione che sarà inviata alla Procura di Palmi ed alla Dda di Reggio Calabria. La processione, giunta nei pressi dell’abitazione di Mazzagatti, condannato all’ergastolo per omicidio e associazione per delinquere, si è fermata per circa trenta secondi. La statua della Madonna delle Grazie, portata da numerose persone, era preceduta da alcuni sacerdoti e da un gruppo di amministratori locali. Solo quindici giorni fa, Papa Francesco, nel corso della messa di Sibari, aveva scomunicato i mafiosi. Il vescovo della Diocesi di Oppido-Palmi, Mons. Francesco Milito, ha annunciato che prenderà dei provvedimenti contro i sacerdoti presenti alla processione.

Potrebbero interessarti anche...