Oppido Mamertina: intimidazione a cooperativa gestita da Libera


Un escavatore di proprieta’ della cooperativa Valle del Marro, gestita dall’associazione antimafia Libera, e’ stato incendiato a Castellace di Oppido Mamertina, in un terreno confiscato alla cosca Mammoliti. Il mezzo doveva essere utilizzato dalla cooperativa per l’espianto di alcune centinaia di ulivi incendiati lo scorso anno e per l’avvio dei lavori di bonifica del terreno. Si tratta dell’ennesimo attentato alla cooperativa gestita da Libera. ”E’ chiaro che hanno lanciato una vera e propria sfida. Dopo l’incendio dello scorso anno e quello all’escavatore che iniziava i lavori, non vogliono che coltiviamo su quel terreno. Ma sia chiaro che le fiamme non ci intimidiscono, non cederemo. Noi siamo piu’ forti e niente e nessuno fermera’ il riscatto di queste terre”. E’ quanto afferma don Pino De Masi, coordinatore di Libera per la Piana di Gioia Tauro. “Ai criminali diciamo di farsene una ragione: queste terre in Calabria, come in Sicilia, in Campania, in Puglia e nel Lazio, sono ormai terre libere, completamente libere”, ha concluso don Pino De Masi.

Potrebbero interessarti anche...