NOSTRO COLLABORATORE UMILIATO DAI CARABINIERI

Vogliamo fermamente denunciare quanto accaduto ieri sera al nostro collaboratore Francesco Iacovo, giornalista pubblicista e operatore di ripresa, umiliato pubblicamente da una pattuglia dei Carabinieri della stazione di Cetraro. Iacovo, intorno alle ore 19,30, stava tornando a casa, a Cetraro appunto, dove abita dalla nascita ed e’ pertanto conosciuto e noto come un integerrimo professionista. Fermato per un controllo dai militari operanti nella zona, sulla Strada Statale 18, e’ stato costretto a denudarsi in pubblico. Non ci sono parole per quello che e’ accaduto: non solo gli e’ stata controllata piu’ che a fondo l’auto, ben nota ai militari della zona, che non hanno esitato a smontarne, letteralmente, varie parti, ma e’ stato costretto a svestirsi, con l’immaginabile suo disappunto, per la via, per ben due volte, perche’ “assumeva un atteggiamento nervoso”, come recita il verbale, rilasciato a Iacovo solo stamattina, su sua richiesta, e non nell’immediatezza dei fatti. Verbale che risulta, ovviamente, del tutto negativo rispetto a qualunque ipotesi di reato. Iacovo forse era nervoso perche’ aveva anche chiesto di poter telefonare alla moglie, che lo attendeva a casa con due figli, di cui uno nato meno di un mese fa. Richiesta non esaudita dai militari, che lo hanno costretto al pubblico ludibrio, mentre passavano le auto sulla Strada Statale 18. Tra cui anche molti amici e conoscenti di Francesco Iacovo, che naturalmente lo hanno poi telefonato per sapere “in quale guaio si fosse cacciato”. Ne’ i militari intervenuti, tra cui un Maresciallo, hanno voluto portare Iacovo in caserma, come da sua richiesta, per chiarire cosa di tanto importante stessero cercando sull’auto di un professionista mai incappato nelle maglie della legge e ben noto, ripetiamo, a Cetraro e a Cosenza, per la sua partecipazione diretta anche a molte importanti operazione dei Carabinieri. Reputiamo giusto che i militari facciano controlli sulla strada, anzi vorremmo ce ne fossero sempre di piu’, e siamo sempre rispettosi dell’operato delle forze dell’ordine, ma un eccesso simile di zelo ci sembra davvero non degno di una societa’ che si vuole e deve reputare garantista. Francesco Iacovo ha deciso di non sporgere formale denuncia. Del fatto abbiamo pero’ informato i vertici provinciali dei Carabinieri, sperando di riuscire a chiarire come sia stato possibile che un cittadino, perche’ non vogliamo certo restringere il caso a quello di un giornalista, presentatosi comunque ai militari anche come tale, sia stato fatto denudare all’aperto.

f.to

Franca Chiarelli
Legale Rappresentante di WDI World Diffusion Idea

Francesco Stratico’
Direttore Responsabile di WDI World Diffusion Idea e di Tele Cosenza Web News

Potrebbero interessarti anche...