Catanzaro: da una tentata estorsione ad un sequestro di beni


Un imprenditore, Salvatore Pannia, 46 anni, è stato arrestato dai carabinieri e dai militari della Guardia di Finanza a Montepaone, nel catanzarese, per una tentata estorsione, aggravata dalle modalità mafiose, che sarebbe stata compiuta nei confronti dei titolari di un bar. Ma questi, che avrebbero ricevuto una richiesta estorsiva per mille euro, hanno denunciato l’imprenditore. Secondo quanto riferito dagli inquirenti, Pannia avrebbe tentato l’estorsione per garantire poi, con quel denaro, il sostegno degli esponenti della cosca della ‘ndrangheta Sia-Procopio-Tripodi, che sono al momento detenuti. Partita l’inchiesta, si è scoperto che molti dei beni dell’uomo erano stati fittiziamente intestati ad alcuni parenti. Da qui la denuncia di otto persone, indagate per trasferimento fraudolento di beni, e il sequestro di immobili per oltre 3 milioni di euro. Tra questi c’è anche un noto night club.

Potrebbero interessarti anche...