Montepaone: Ris dei carabinieri indagano su neonata morta


E’ stata affidato questa mattina l’incarico per eseguire l’autopsia sulla neonata trovata morta, due giorni fa, in un’abitazione di Montepaone, nel catanzarese. L’esame sarà effettuato da tre medici legali dell’Università di Catanzaro. Per conoscere tutti gli esiti si dovranno attendere 60 giorni, anche se i medici legali riferiranno subito alla Procura se la bimba è nata viva o già morta. La neonata morta è stata trovata dai carabinieri in un armadio. Il ritrovamento è avvenuto dopo che la madre della bimba è giunta nell’ospedale di Soverato per un malore. I medici, accortisi del fatto che la donna aveva appena partorito, hanno allertato i carabinieri. I militari hanno trovato la casa della famiglia in condizioni del tutto normali, tanto che dai primi accertamenti sembrava tutto in ordine. Giunti però nella camera da letto, hanno aperto l’armadio ed hanno poi trovato il cadavere della neonata, nascosto tra alcuni indumenti. Al momento la madre della bambina è indagata solo per il reato di occultamento di cadavere. La donna è una ucraina di 37 anni, sposata con un italiano di 40 anni, entrambi residenti a Varese. La coppia, con due figli, si trovava in vacanza nel centro del catanzarese, dove vive la famiglia dell’uomo. Oggi, intanto, nell’abitazione di Montepaone è stato effettuato un sopralluogo accurato da parte dei carabinieri del Ris di Messina.

Potrebbero interessarti anche...