Montalto Uffugo: Festival Leoncavallo, vince un soprano di Roma

Per il 12° anno Montalto Uffugo ha ospitato il Concorso Lirico Nazionale Ruggiero Leoncavallo, evento culturale e musicale tra i più importanti dell’estate calabrese e dedicato al grande musicista che ha rappresentato più di qualunque altro il verismo nel melodramma italiano. Leoncavallo a Montalto visse da bambino e fu spettatore di un omicidio passionale, evento che poi ispirò il suo capolavoro: l’opera “Pagliacci”. Il festival a lui dedicato, diretto quest’anno da Roberto D’Alessandro, è durato più di una settimana, con appuntamenti di musica ma anche di pittura, teatro, poesia e fotografia. Il culmine nella serata di gala, quest’anno presentata da Michele Mirabella, nella quale si sono ascoltati i vincitori del concorso, accompagnati da un’orchestra di giovani calabresi diretta dal Maestro Luigi De Filippi. Sul podio dei vincitori tre donne: terza classificata il soprano giapponese Maki Nakamura, vincitrice anche del premio del pubblico; seconda classificata Aurhelia Varak, mezzosoprano di Lione; prima assoluta il soprano Vanessa Fioretti, di Roma. Tanti altri premi e riconoscimenti sono stati consegnati in una serata che si è conclusa con i fuochi d’artificio che hanno sovrastato il maestoso Duomo della Madonna della Serra, uniti alla voce possente del tenore Giuseppe Filianoti che ha intonato la “Mattinata” di Ruggiero Leoncavallo.

Potrebbero interessarti anche...