Mileto: giovane ucciso in un agguato in pieno centro

La gente passeggiava per strada. Ma il solitario killer, forse però atteso poco lontano da un complice in un’auto, non ha avuto alcuna remora. E ha sparato a bruciapelo contro un giovane di 30 anni, Angelo Antonio Corigliano. Il fatto di sangue è avvenuto a Mileto. Corigliano, che faceva il camionista ed era già noto alle forze dell’ordine, era a bordo della sua automobile, una Fiat Punto rossa. Transitava tranquillamente nel centro della cittadina vibonese, quando è stato avvicinato da una persona che forse conosceva. Subito sono stati esplosi diversi colpi, almeno cinque, tre dei quali hanno colpito il giovane in varie parti del corpo. Il killer si è poi allontanato velocemente, probabilmente atteso da un complice poco lontano. Il trentenne è morto all’istante. Sul movente del delitto, al momento, gli investigatori non escludono alcuna pista. Ma, per le efferate modalità dell’omicidio, la tesi più accreditata sarebbe quella che si sia trattato di un agguato legato ad una vendetta o ad un regolamento di conti nell’ambito della criminalità organizzata.

Potrebbero interessarti anche...