Milano: ‘ndrangheta, arresti in Lombardia e Calabria per droga

I carabinieri del Ros hanno eseguito, nelle province di Milano, Reggio Calabria e Catanzaro, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, richiesta dalla procura distrettuale antimafia di Milano, nei confronti di 13 indagati per traffico di sostanze stupefacenti. I provvedimenti scaturiscono da un’indagine su una rete di spaccio di cocaina attiva nel milanese, composta da pregiudicati calabresi contigui, secondo gli investigatori dell’Arma, alle cosche di ‘ndrangheta dei Mancuso di Limbadi, Barbaro-Papalia di Plati’ e Ursino-Macri’ di Siderno. L’indagine “Tamburo”, chiamata in questo modo per il ritmo incalzante del traffico di cocaina gestito dal gruppo, nasce nel marzo 2010, quasi a cavallo con la conclusione della grande operazione “Il Crimine”, del luglio dello stesso anno, quando furono arrestate 300 persone. Elemento interessante, secondo gli investigatori, è che non si è scoperta un’organizzazione ‘ndranghetista, ma un’unione di ‘ndranghetisti appartenenti a famiglie diverse, che superano le discordie che hanno nei territori di appartenenza al Sud, pur di fare affari al Nord.

Potrebbero interessarti anche...