Milano: il giudice Giusti ha tentato il suicidio, è grave

Il giudice Giancarlo Giusti, condannato per corruzione aggravata dalla finalita’ mafiosa, ha tentato il suicidio nel carcere di Opera. Avrebbe cercato di suicidarsi impiccandosi con un cordino che reggeva i pantaloni. Giusti si trova ricoverato in ospedale in prognosi riservata. Proprio ieri per Giancarlo Giusti, 45 anni, era arrivata la sentenza di condanna in primo grado a 4 anni emessa dal Gup di Milano con rito abbreviato. A Giusti viene contestato di essere stato a ‘libro paga’ della mafia calabrese che, secondo l’accusa, gli avrebbe offerto, tra le altre cose, soggiorni in alberghi milanesi in compagnia di escort. Giusti e’ stato dal 2001 giudice delle esecuzioni immobiliari a Reggio Calabria e dal 2010 Gip a Palmi. Poi sospeso dal Csm con l’arresto del 28 marzo scorso.

Potrebbero interessarti anche...