Mancini, “assunzioni pre elezioni questione giudiziaria e politica”

I due scandali delle 133 (?) assunzioni all’Asp di Cosenza e delle 250 (?) alla Fondazione Calabria Etica a pochi giorni dal voto per le regionali pongono due questioni enormi.
La prima è tutta giudiziaria perché spetta ai magistrati verificare se i candidati che hanno offerto lavoro in cambio di preferenze siano perseguibili del reato di voto di scambio.
Ma l’altra questione è tutta politica. Infatti i partiti sono chiamati a fare una scelta. O tenersi dentro chiunque senza farsi troppe domande oppure fare pulizia e accompagnare con decisione alla porta chi ha lucrato sulla fame di lavoro al solo fine di utilizzare il bisogno e la sofferenza dei più giovani ai fini elettorali.
C’è da sperare per la Calabria che chi guida i partiti non faccia come le tre scimmiette che non vedono, non sentono e non parlano. 

Ci sarebbe poi un altro punto che merita di essere chiarito: se la competizione tra candidati fosse stata leale (e non falsata dal mercimonio che tanto sta indignando la nostra comunità) chi sarebbe stato eletto in ognuna delle liste?

Giacomo Mancini, Forza Italia

Potrebbero interessarti anche...