Longobucco: Cai e Soccorso Alpino, “Sicuri sul Sentiero”

La 14ª edizione di “Sicuri sul Sentiero” ha toccato anche la Calabria, come altre 12 regioni italiane. In tutto sono state 41 le località di montagna in cui si sono svolte iniziative promosse dal Club Alpino Italiano e dal Soccorso Alpino. Tre gli appuntamenti calabresi, tra cui quello che ha interessato Longobucco, nel cuore della Sila Greca. L’evento punta a prevenire gli incidenti in montagna tipici della stagione estiva, con un occhio di riguardo ai giovani e giovanissimi che si recano in montagna per gite o escursioni. La giornata ha voluto proprio sensibilizzare e accrescere la consapevolezza dei rischi nella frequentazione dell’ambiente montano. I tecnici del Soccorso Alpino, con l’ausilio anche di unità cinofile, hanno accompagnato, in tutta Italia, migliaia di escursionisti attraverso suggestivi percorsi di montagna. Quello che vedete è il sentiero che, da Monte Altare, scende verso Longobucco. I soci del Cai di Cosenza lo hanno percorso fino a raggiungere l’ameno paese silano, dove il Soccorso Alpino ha anche operato una dimostrazione di come possono essere utili i volontari, anche se non ci sono emergenze. E così lo storico campanile della cattedrale di Longobucco è stato teatro di una discesa su corda di esperti scalatori, che lo hanno ripulito delle erbacce che nascono tra le pietre secolari. Una giornata, dunque, dedicata alla prevenzione, ma rivolta anche alla promozione delle attività del Cai e del Soccorso Alpino. Una giornata che, come tutte quelle del Cai, si conclude con un bel momento di convivialità.

Potrebbero interessarti anche...