Lombardia: DNA, la ‘ndrangheta principale emergenza criminale


La “presenza e l’operatività della ‘ndrangheta continua a rappresentare una delle principali emergenze criminali” a Milano e “nel territorio lombardo è avvenuta una vera e propria colonizzazione da parte della criminalità organizzata di tipo calabrese nel tessuto socio-politico-economico della regione”. Lo scrive la Direzione Nazionale Antimafia nella sua relazione annuale relativa al periodo luglio 2012-giugno 2013. La Dna, sulla base delle ultime inchieste e dei processi, parla di una “vocazione imprenditoriale della criminalità organizzata sul territorio che ha privilegiato, invece di forme eclatanti di violenza, forme di accordo e collaborazione con settori della politica, dell’imprenditoria e della pubblica amministrazione”. Nella parte della relazione relativa a Milano, il sostituto procuratore della Dna, Filippo Spiezia, descrive un territorio a “forte presenza di strutture ‘ndranghetiste”: sono emersi, tra le altre cose, “più di 130 incendi dolosi, per lo più ai danni di strutture imprenditoriali, e altri 70 episodi intimidatori di diversa natura”. Innumerevoli, poi, i casi di infiltrazioni in istituzioni e nel settore della pubblica amministrazione. Dalla relazione emerge anche che la ‘ndrangheta ha una sua struttura tendenzialmente unitaria con una sorta di “consiglio di amministrazione della holding criminale” che elegge, al vertice, il suo “Presidente”. Inoltre è confermato dai processi e dalle indagini più recenti la capacità della ‘ndrangheta di agire a livello nazionale ed internazionale e anche di mettere radici e consolidarsi in modo strutturato in realtà territoriali anche lontanissime, che, tuttavia, mantengono un cordone ombelicale con la casa madre. Il rapporto sottolinea che le cosche calabresi, grazie alla presenza di qualificati broker in tutti i principali snodi del traffico della cocaina, mantengono rapporti privilegiati con i principali gruppi fornitori in Sud America e con gli emissari di questi ultimi in Olanda, Spagna e Germania.

Potrebbero interessarti anche...