Locri: strage di Duisburg e faida di San Luca, otto ergastoli

Urla e lacrime, al momento della lettura della sentenza, tra i familiari degli imputati nel processo di Locri per la faida di San Luca e la strage di Duisburg. Gli ergastoli sono otto. All’ergastolo finisce Giovanni Strangio, ritenuto l’ideatore ed uno degli esecutori materiali della strage di Duisburg, compiuta la notte di ferragosto del 2007 davanti al ristorante “Da Bruno”. Gli altri sette imputati condannati al carcere a vita per i delitti commessi durante la faida di San Luca, di cui la strage in Germania è solo l’atto finale, sono: Francesco Nirta, 37 anni, Giovanni Luca Nirta, 42 anni, Giuseppe Nirta, 71 anni, Francesco Pelle, 34 anni, Sebastiano Romeo, 34 anni, Francesco Vottari, 40 anni, e Sebastiano Vottari, 28 anni. Condannato a 12 anni Antonio Pelle. Nove anni ciascuno per Antonio Carabetta e la figlia Sonia. Assolti Sebastiano Strangio, per il quale il pm aveva chiesto la condanna all’ergastolo, Luca Liotino e Antonio Rechichi. Le vittime della strage di Duisburg furono 6: Sebastiano Strangio, 39 anni, titolare del locale, i fratelli Francesco e Mario Pergola, di 20 e 22 anni, che lavoravano nel ristorante, Marco Marmo, 25 anni, Tommaso Venturi, 18 anni, e Francesco Giorgi, 17 anni.

Potrebbero interessarti anche...