Lamezia Terme: avvocato ucciso mentre rientrava a casa


Un avvocato penalista, Francesco Pagliuso, 43 anni, è stato ucciso in un agguato nella tarda serata di ieri, a Lamezia Terme. Pagliuso era alla guida della sua auto e stava facendo rientro a casa, in via Marconi, tra i quartieri Nicastro e Sambiase. Il penalista, noto negli ambienti forensi calabresi, è stato assassinato con alcuni colpi di pistola. E’ morto all’istante. Le fasi dell’omicidio sono state riprese dalle telecamere di videosorveglianza dell’abitazione e le immagini sono adesso al vaglio degli inquirenti. Si vedrebbe anche un’auto che attendeva il killer, che si è introdotto nel giardino dell’abitazione del penalista attraverso un foro praticato nella recinzione. A trovare il corpo dell’uomo, nel corso della notte, sono stati i carabinieri, avvertiti dai familiari della vittima, allarmati per il fatto che l’uomo non rispondeva al cellulare. Pagliuso era impegnato come difensore in diversi importanti processi di mafia. Aveva anche degli interessi nel settore della ristorazione. Gli inquirenti seguono la pista della vendetta per questioni professionali.

Potrebbero interessarti anche...