Lamezia Terme: uccide la fidanzata e poi si costituisce

Non ha ancora una spiegazione il gesto compiuto da un giovane disoccupato di Lamezia Terme, che ha ucciso la sua fidanzata alla vigilia del compleanno della ragazza. E lo ha fatto in maniera efferata, strangolandola e poi infierendo sul suo corpo con un bastone. Il giovane, Daniele Gatto, 29 anni, che qui vedete con la vittima, si è presentato alla Questura di Lamezia Terme con i genitori, denunciando la scomparsa della ragazza. Effettuata la denuncia, il giovane è poi tornato tranquillamente a casa. Ma dopo un po’ si è ripresentato alla polizia. Increduli, gli agenti hanno dovuto questa volta raccogliere la sua dichiarazione di colpevolezza. “L’ho uccisa ieri sera”, ha detto il giovane, che ha anche indicato il luogo isolato di campagna in cui è avvenuto il fatto. Un rapido controllo e gli inquirenti hanno potuto verificare che era tutto vero. La giovane donna, Adele Bruni, avrebbe dovuto festeggiare il suo ventisettesimo compleanno. E invece è stata, inspiegabilmente, massacrata dal fidanzato. Il giovane è stato arrestato e sottoposto ad un lungo interrogatorio, nella speranza di poter conoscere i motivi di quanto ha fatto.

Potrebbero interessarti anche...