Lamezia Terme: ‘ndrangheta, sequestro di beni alla cosca Giampà

Beni mobili ed immobili per oltre due milioni di euro sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza alla cosca Giampa’ di Lamezia Terme. Gli accertamenti patrimoniali e reddituali, scaturiti dall’operazione Medusa, che nel giugno del 2012 aveva portato a 36 arresti, hanno riguardato 18 persone. Sequestrate ville, auto e motocicli, alcuni anche d’epoca. I finanzieri hanno puntato l’attenzione verso i patrimoni nella disponibilita’ degli indagati, in particolare nei confronti di Aldo Notarianni, esponente di spicco dei Giampa’ e rappresentante dei suoi fratelli, tutti ritenuti affiliati alla cosca. Ad Aldo Notarianni, marito di Giuseppina Giampa’, sono state sequestrate due ville e due motocicli. Al fratello Aurelio una villa e due auto, a Luigi una villa e un’auto, ad Antonio un’auto d’epoca, a Rosario cinque auto, a Carmine Vincenzo due ville, due moto, tre auto e un ciclomotore d’epoca e a Pasquale una villa, due moto e tre auto. I fratelli Notarianni sono attualmente detenuti, ad eccezione di Carmine e Pasquale.

Potrebbero interessarti anche...