Lamezia Terme: ‘ndrangheta, sequestro di beni a condannato

La Guardia di Finanza di Catanzaro ha sottoposto a sequestro un patrimonio di oltre 740.000 euro riconducibile a Franco Trovato, ritenuto affiliato alla cosca di ‘ndrangheta dei Giampà, operante a Lamezia Terme. La misura di prevenzione patrimoniale è stata emessa dal Tribunale di Catanzaro su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia catanzarese. Il destinatario del provvedimento, oltre ad aver subito una condanna, ormai definitiva, per reati di violazione della legge sulle sostanze stupefacenti e della legge sulle armi, ha riportato una condanna in primo grado alla pena di 12 anni di reclusione per il reato di partecipazione all’associazione mafiosa facente capo a Francesco Giampà, detto il “professore”, e per il reato di partecipazione ad associazione a delinquere dedita alla commissione di truffe assicurative. In particolare, sequestrati un fabbricato a Nocera Terinese, quote di proprietà di 8 fabbricati a Lamezia Terme, quote di partecipazione in 3 attività economiche, quote di proprietà di 6 terreni e rapporti bancari e finanziari.

Potrebbero interessarti anche...