Catanzaro: ‘ndrangheta, arrestati 4 pericolosi killer lametini


Si chiama “Pegaso III” l’operazione con la quale la squadra mobile di Catanzaro, su disposizione della DDA, ha arrestato 4 presunti componenti del terribile “gruppo di fuoco” della cosca Giampà di Lamezia Terme, accusati di un duplice tentato omicidio e di due omicidi ai danni di esponenti della contrapposta famiglia Torcasio. All’origine dei delitti, commessi nel 2011, uno dei quali compiuto in un campo di calcetto, ci sarebbe stato l’eterno conflitto tra le due famiglie di ‘ndrangheta per la spartizione del territorio nella riscossione delle estorsioni a carico degli imprenditori locali. A dare una mano alla magistratura è stato il pentito Francesco Vasile, ex killer della cosca, arrestato a Novara. Che la situazione dell’ordine pubblico a Lamezia Terme sia davvero critica si evince anche dal fatto che, di nuovo, una bomba di medio potenziale è stata fatta esplodere contro il cancello dell’abitazione del cognato del pentito di ‘ndrangheta Angelo Torcasio, uno dei primi pentiti della cosca. Un attentato che ha provocato solo lievi danni e che per gli investigatori sarebbe solo un gesto dimostrativo.

Potrebbero interessarti anche...