Lamezia Terme: intercettate buste di minacce al Centro delle Poste


Dieci buste con proiettili e un volantino di minacce firmato dal Movimento Armati Proletari, rivolte a politici e ai direttori di alcuni quotidiani nazionali, sono state intercettate nella serata di ieri al Centro Meccanografico delle Poste Italiane di Lamezia Terme. Le buste contenenti proiettili di vario calibro sono indirizzate al premier Mario Monti (con un proiettile calibro 9) a Silvio Berlusconi e a Pier Luigi Bersani (calibro 7.65), al ministro del Welfare Elsa Fornero (calibro 9.21). Plichi con un proiettile calibro 12 sono stati inviate a Pierferdinando Casini e ai direttori Ferruccio De Bortoli (Corriere della Sera), Ezio Mauro (La Repubblica), Maurizio Belpietro (Libero), Leonardo Boriano (La Padania), Mario Sechi (Il Tempo). Nel volantino sono contenute ingiurie e minacce: ”La finanziaria e’ pronta come e’ pronto il loro funerale. Ci vedremo a Roma. Non siamo contro le forze dell’ordine pero’ se c’e’ qualcuno che vuole fare l’eroe pensi prima alla sua famiglia. E’ una lotta giusta e coerente contro i poteri forti a difesa della povera gente”. Ad indagare sul caso sara’ la Dda di Catanzaro.

Potrebbero interessarti anche...