Lamezia Terme: il Piano per il Sud e la Calabria


Un miliardo e duecento milioni di euro: questo l’importo totale, fatti i debiti conti, che il Piano per il Sud assegna alla Calabria. Sono soldi veri e non dei pagherò, ha detto il presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti, che, a Lamezia Terme, ha voluto commentare il dato con la stampa. Si interverrà sulla strada che collega Mirto Crosia a Longobucco, sulla Trasversale delle Serre e la strada dei Due Mari Medio Savuto, sulla statale 106 nel tratto della locride e sul sistema delle dighe sull’Esaro e sul Menta. Previsti interventi anche per la realizzazione dell’area archeologica dell’antica Kroton e il porto di Catanzaro. Ma non si trascureranno l’autostrada e l’interramento della linea ferroviaria a Reggio Calabria. “Se sarà necessario”, ha detto ancora Scopelliti, “dovremo utilizzare una piccola parte dei fondi Fas per la sanità”. Un meccanismo che andrebbe comunque in compensazione con gli 800 milioni di euro di premialità che la Calabria dovrebbe ricevere. Scopelliti ha infine detto di avere “molto apprezzato l’intervento di Nichi Vendola, la parte intelligente dell’altra sinistra, che da storico nemico del ministro Fitto ha riconosciuto che il Governo nazionale ha dato una risposta importante al Mezzogiorno”, ha concluso il Presidente della Calabria.

Potrebbero interessarti anche...