Lamezia Terme: confiscati beni per oltre un milione e mezzo di euro ad usurai

E’ giunto alle fasi conclusive il processo relativo all’operazione “Lex Genucia”, svolta dai finanzieri del gruppo di Lamezia Terme, che nel 2012 portò alla sbarra dieci persone, accusati di aver vessato con prestiti usurari diversi imprenditori locali che versavano in forti difficoltà finanziarie. Per due degli arrestati, la Corte di Cassazione, nel dichiararli definitivamente colpevoli di usura, ha disposto la confisca di beni, già sequestrati preventivamente, per un valore di circa un milione e mezzo di euro. Si tratta di immobili, tra cui due ville ubicate sul territorio lametino, denaro per oltre 100.000 euro, beni mobili di pregio ed anche le quote societarie di una nota impresa, tuttora operante sotto la gestione dell’amministrazione giudiziaria.

Potrebbero interessarti anche...