Lamezia Terme: arresti per tentata estorsione e spaccio di droga

La polizia ha eseguito una decina di ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip su richiesta della Procura della Repubblica di Lamezia Terme. L’operazione, denominata “Boomerang”, è stata condotta dal Commissariato di polizia di Lamezia Terme con l’ausilio della Squadra Mobile di Catanzaro e dei Reparti Prevenzione Crimine di Vibo Valentia e di Potenza. Due delle persone coinvolte nell’operazione sono accusate di tentata estorsione e danneggiamento mediante incendio nei confronti del titolare di un’attività di autorimessa e commercio di legname. Tutte le persone destinatarie dei provvedimenti restrittivi sono accusate, a vario titolo, di aver organizzato una rete di spaccio di cocaina e canapa indiana nei locali del centro storico di Lamezia Terme. Le indagini che hanno portato agli arresti hanno preso avvio dall’incendio di un’autorimessa. Si è scoperto, così, che era stato costituto un gruppo criminale all’interno del quale alcuni ragazzi, tra cui minorenni, si occupavano della raccolta del denaro provento dello spaccio e della distribuzione della droga al minuto, mentre i capi dell’organizzazione avrebbero gestito la risoluzione dei dissidi interni e la “bonifica” delle autovetture in uso agli indagati, per la rimozione di eventuali microspie.

Potrebbero interessarti anche...