Lamezia Terme, apre centro studi su apparato riproduttivo maschile


Esaarco University apre a Lamezia Terme il primo Centro studi di eccellenza europea sull’apparato riproduttivo maschile

Parte da Lamezia Terme l’idea innovativa di realizzare in Calabria il primo Centro studi internazionale sull’apparato riproduttivo maschile, nell’ambito della medicina della salute dell’uomo, con l’apporto di risorse esclusivamente private. L’obiettivo è costituire un punto di collegamento europeo per tutte le università internazionali che si occupano delle problematiche relative alla fertilità maschile.

Promotrice dell’iniziativa è Esaarco University che collabora stabilmente con il Prof. Giuseppe Tritto, uno dei maggiori esperti del settore, direttore del Centro di Andrologia di Parigi e ideatore del progetto SMAS (Stimolatore automatico della muscolatura liscia) che prevede di risolvere l’80% dei casi di impotenza con l’introduzione di un pace-maker impiantabile nell’organo maschile.

“Abbiamo intenzione – ha spiegato Roberto Morinilli dirigente nazionale Esaarco – di creare questo centro di riferimento per tutti gli studiosi europei che operano nel settore medico della fertilità maschile, ma anche avviare, come Esaarco University, corsi di alta formazione su tre ambiti diversi ma complementari”.

Nello specifico, l’intento è istituire tre corsi di specializzazione: Microchirurgia dell’apparato riproduttivo maschile; Biotecnologie di laboratorio; Coaching della fertilità, una nuova figura professionale di supporto alla coppia che si approccia alla fertilità, che cura gli aspetti sia educativi, informativi e di assistenza nel percorso terapeutico.

“Non solo vogliamo formare il personale – ha poi aggiunto Morinilli – ma creare figure altamente specializzate che possano competere con le figure professionali presenti in tutta Europa. Inoltre, la costituzione del Centro studi proporrà una visione strategica e un modello operativo che coinvolge le istituzioni accademiche universitarie e di ricerca, e gli operatori industriali delle biotecnologie innovanti”.

Esaarco ha avviato una stretta collaborazione con il prof. Giuseppe Tritto presidente dell’WABT (World Accademy Biomedical Scienses and Technologys), che quest’oggi ha tenuto il corso di Educazione Continua in Medicina, organizzato dal Provider EFEI ECM sul tema “Apparato riproduttivo maschile: disfunzioni e interventi correttivi”.

Un incontro didattico-formativo che dà l’avvio al progetto complessivo. “Questo centro sarà il primo incubatore di ricerca e formazione – ha spiegato il prof. Tritto presidente dell’WABT – di riferimento in Italia e nella zona euromediterranea, per lo studio dell’infertilita maschile e di coppia. Problema che scaturisca da una riduzione massiva della fertilità nei paesi occidentali, per fattori molteplici che sono allo studio degli specialisti. Inoltre, sono assolutamente convinto dell’importanza di avviare corsi di specializzazione che formino una classe di nuovi operatori sanitari di supporto alle nuove tecnologie di applicazione clinica”.

Esaarco ha per primo compreso la necessità di formare queste figure professionali che possano colmare il vuoto operativo presente oggi sul mercato del lavoro, offrendo nuove opportunità lavorative di sicuro interesse.

Ufficio Stampa Esaarco

Potrebbero interessarti anche...