Laino Castello: il presepe vivente


A vederlo di sera, con le sue luci stagliate sul cielo scuro, sembra davvero un presepe. Dev’essere per questo che a Laino Castello hanno pensato, ormai molti anni fa, di utilizzare il vecchio borgo, abbandonato dopo un terremoto negli anni ’80, come set per uno straordinario presepe vivente, che si ripete anno dopo anno. Nel piccolo centro del Pollino si ripropongono gli antichi mestieri del luogo, inseriti nella storia mistica della nascita di Gesù. E’ un evento al quale partecipa, e non potrebbe essere altrimenti, tutta la gente del paese. Ci sono più di 100 figuranti, che ricreano le diverse scene di vita antica attraverso il dedalo di viuzze che si arrampicano verso l’alto e nelle pittoresche grotte. Fino ad arrivare alla grotta della natività. E alla fine, com’è giusto che sia, registriamo la soddisfazione di chi ha lavorato per la riuscita della manifestazione.

Potrebbero interessarti anche...