Laino Borgo: la centrale a biomasse dell’Enel verso la chiusura


Il Consiglio di Stato ha annullato, per un vizio di forma, il decreto della Regione Calabria, emesso il 13 settembre 2010, che autorizzava l’Enel all’esercizio della centrale a biomasse del Mercure, ai confini fra la Calabria e la Basilicata. Lo ha reso noto l’Enel, spiegando in una nota che ”la sentenza prefigura la chiusura dell’impianto Enel dove lavorano attualmente 150 persone” e sottolineando che si tratta di “una moderna centrale a biomasse vegetali di piccola taglia che puo’ vantare standard di qualita’ ambientale molto elevati”. Il Comitato per la riattivazione della Centrale del Mercure ha subito proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori e chiede l’intervento del presidente del Consiglio, Mario Monti, e del ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, per ”scongiurare” l’ipotesi di chiusura. Il comitato ha annunciato ”l’intenzione di dare atto a forme di protesta”.

Potrebbero interessarti anche...