Joppolo: ‘ndrangheta, arrestato latitante, era in spiaggia al sole

Era tranquillamente in spiaggia, in vacanza, a Joppolo, nel vibonese. Ma non è sfuggito all’attenzione dei carabinieri. E così, il latitante della ‘ndrangheta Roberto Matalone, 35 anni, di Rosarno, è stato arrestato. Matalone, che è ritenuto uno dei cassieri della cosca Pesce, era ricercato dall’aprile del 2010 perchè coinvolto nell’inchiesta “All Inside”. Alla sua identificazione i militari sono giunti attraverso un attento servizio di pedinamento della moglie. Matalone è il cognato di Francesco Pesce, 34 anni, avendo sposato sua sorella Maria Grazia. I carabinieri hanno effettuato una serie di controlli e pedinamenti nei confronti di alcuni familiari di Matalone e l’attività investigativa si è poi subito concentrata nella zona della marina di Ioppolo. Alla fine i militari sono riusciti ad individuare l’abitazione dove il latitante si era stabilito, con moglie e figli. E lo hanno filmato nelle normali attività di ogni giorno, durante le quali si comportava come un villeggiante qualunque. La moglie di Matalone da diverso tempo era diventata particolarmente prudente ed adottava tutta una serie di precauzioni per evitare il controllo degli investigatori. Ma, anche in questo caso, le sue astuzie non sono servite a nulla.

Potrebbero interessarti anche...