Gioia Tauro: ‘ndrangheta, fermato presunto boss cosca Piromalli

La polizia ha fermato, a Gioia Tauro, Giovanni Copelli, 79 anni, con l’accusa di associazione mafiosa in quanto affiliato alla cosca di ‘ndrangheta dei Piromalli. Il fermo è stato effettuato in esecuzione di un provvedimento emesso dalla Dda reggina. Copelli, secondo quanto ha riferito la polizia, sarebbe un soggetto di assoluto rilievo criminale perché appartenente ad una famiglia storicamente legata ai Piromalli, anche in virtù di vincoli di parentela. Il fermato, infatti, era cognato del defunto boss Giuseppe Piromalli, alias “don Peppino”, capo dell’omonima cosca. Copelli sarebbe stato chiamato in causa da un nuovo collaboratore di giustizia, Antonio Russo, che starebbe collaborando riguardo a fatti che coinvolgono le cosche Piromalli e Molè. Secondo la Dda, Copelli ha svolto anche un ruolo di cerniera nei rapporti con i rappresentanti di altre consorterie della ‘ndrangheta.

Potrebbero interessarti anche...