Lamezia Terme: bancarotta fraudolenta, arrestati due coniugi gioiellieri

Due coniugi di Francavilla Angitola sono finiti in manette per concorso in bancarotta fraudolenta. Si tratta di Giorgio Gigantino, 43 anni, e Rosetta Lanzafame, 38 anni, due gioiellieri che operano a Filadelfia. Altre tre persone sono state denunciate per ricettazione fallimentare. I due coniugi sarebbero colpevoli di aver acquistato merce ma di non averla mai pagata. I due risultano separati, ma questa sarebbe in realtà solo una copertura realizzata ad arte. E così avrebbero portato al fallimento la loro gioielleria e poi ne avrebbero aperta un’altra utilizzando proprio la merce, non pagata, del precedente negozio. Arricchendosi illegalmente. La Procura di Lamezia Terme ha disposto anche il sequestro preventivo di beni per più di un milione di euro. Sequestrati la gioielleria e sei automezzi, tra i quali risulta anche un’auto di lusso, una Porsche Cayenne.

Potrebbero interessarti anche...