Crotone: un nuovo sbarco di immigrati, fermati tre scafisti


E’ giunto ieri, nel porto di Crotone, il rimorchiatore d’altura, battente bandiera lussemburghese, a bordo del quale c’erano 740 migranti, salvati nei giorni scorsi nel Canale di Sicilia. Tra di loro, circa un centinaio le donne e una trentina i minorenni identificati. Dalla nave sono stati sbarcati subito due uomini che presentavano delle fratture. I due, soccorsi già a bordo dai sanitari di Medici senza Frontiere, sono stati portati in ospedale, insieme anche ad una neonata e alla sua giovane madre. Gli immigrati, che hanno raccontato di aver pagato tra i mille e i duemila dollari per il loro “viaggio della speranza”, provengono da Siria, Eritrea, Ghana e Gambia. Gli investigatori hanno appreso anche che, dopo un’attesa più o meno lunga, erano partiti dalla Libia il 18 giugno a bordo di un gommone. Tre somali sono stati sottoposti a fermo con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, perchè sono ritenuti essere gli scafisti del gruppo. A conclusione delle operazioni di sbarco e di prima assistenza, coordinate dalla Prefettura di Crotone, i migranti sono stati trasferiti in base al piano di riparto del ministero dell’Interno: 150 vanno in Toscana, 100 in Lombardia, Veneto e Piemonte, 50 nelle Marche, 30 in Molise, 22 in Emilia Romagna, 20 in Basilicata e i rimanenti in vari centri della Calabria, ma non nel Cara di Sant’Anna di Isola Capo Rizzuto, nel quale sono già ospitate più di 1.300 persone.

Potrebbero interessarti anche...