Crotone: un altro arrivo di quasi 500 immigrati

Sono circa 470 gli immigrati sbarcati da un mercantile nel porto di Crotone. I migranti, presumibilmente di origine turca e greca, con parecchi bambini e minorenni, erano stati individuati e soccorsi già da ieri. Una chiamata, effettuata da una persona che parlava arabo, attraverso un telefono satellitare, infatti, aveva allertato la centrale della Guardia Costiera di Roma che, effettuate le dovute verifiche, ha fatto immediatamente partire un Atr 42 allo scopo di individuare il mercantile, localizzato a circa 80 miglia dalle coste meridionali della Calabria. Sul posto sono state poi inviate due motovedette, una partita da Crotone e l’altra da Roccella Jonica. L’imbarcazione, un mercantile di circa 50 metri, senza bandiera o segni distintivi che consentissero di identificarne la provenienza, viaggiava senza comandante e la Capitaneria ha fatto trasbordare su di essa quattro uomini del suo personale, in grado di condurla fino in porto. Le operazioni di soccorso sono state particolarmente difficoltose, anche a causa delle condizioni avverse del mare. Un altro mercantile ha infatti dovuto navigare a ridosso della nave, che ne ha seguito la scia fin quando non è stata presa in consegna, nello specchio di mare antistante Crotone, da due rimorchiatori che l’hanno poi accompagnata fino alla banchina. I migranti sono apparsi in buone condizioni di salute, sebbene provati dal lungo viaggio. Solo una trentina di loro saranno ospitati a Crotone, nel centro di Sant’Anna. Un’ottantina finiranno tra Cosenza, Lamezia e Vibo Valentia. I restanti, secondo il piano stabilito dal Ministero dell’Interno, verranno trasferiti in centri temporanei in Campania, Emilia, Lazio, Lombardia e Abruzzo.

Potrebbero interessarti anche...