Crotone: truffa a Inps, denunciati imprenditore e 31 falsi braccianti

Una truffa finalizzata a giustificare l’assunzione fittizia di braccianti agricoli e la conseguente percezione di prestazioni previdenziali ed assistenziali è stata scoperta dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Crotone. Il danno a carico dell’Inps è stato quantificato in 135.000 euro. Il titolare dell’azienda agricola è stato denunciato insieme a 31 falsi braccianti, assunti fittiziamente alle sue dipendenze, per falso e truffa aggravata. L’indagine della Guardia di Finanza è iniziata dopo un’ispezione eseguita dai funzionari dell’Inps nei confronti di un’azienda agricola dell’entroterra crotonese, che aveva dichiarato la disponibilità di terreni situati in un paese della provincia di Cosenza, condotti in locazione. Per la coltivazione dei terreni, l’impresa agricola aveva denunciato l’assunzione di manodopera agricola per un totale di 4.864 giornate lavorative, nel periodo compreso tra agosto 2007 e dicembre 2010. Le indagini dei finanzieri hanno portato a scoprire la falsità degli atti presentati. Infatti, i proprietari dei terreni non hanno riconosciuto le firme sui contratti. E inoltre un contratto sarebbe stato sottoscritto in una data in cui uno dei proprietari era già deceduto da sei mesi.

Potrebbero interessarti anche...