Crotone: tentato omicidio, la polizia ferma due fratelli


Due fratelli, Giovanni e Vincenzo Scarriglia, di 30 e 27 anni, sono stati fermati dagli agenti della squadra mobile di Crotone per il tentato omicidio di un loro ex cognato, Pietro Ranieri, 38 anni. Gli agenti hanno ricostruito in brevissimo tempo l’accaduto ed hanno fermato i due fratelli. Giovanni Scarriglia, secondo gli investigatori, sarebbe l’autore materiale del ferimento, avvenuto a colpi di pistola, mentre il fratello Vincenzo è accusato di essere uno dei mandanti. Il movente sarebbe da ricondurre a dissidi sorti in ambito familiare. I due fratelli fermati, ex cognati della vittima, avrebbero chiesto a Ranieri del denaro per la figlia, rimasta con i nonni materni, dopo il trasferimento dell’uomo in provincia di Verona, a seguito della separazione con la moglie. Altro elemento di contrasto sembra essere riconducibile all’appartamento nel quale vivevano Ranieri e la moglie. Ranieri il 6 novembre scorso si è svegliato dal coma farmacologico ed ha confermato agli inquirenti, secondo quanto hanno riferito gli agenti della polizia, che a sparargli era stato proprio Giovanni Scarriglia.

Potrebbero interessarti anche...