Crotone: sbaglia indirizzo e porta ordigno a casa di un carabiniere, arrestato

Ha portato per errore un finto ordigno esplosivo a casa di un carabiniere ed e’ stato arrestato per estorsione. La singolare vicenda si e’ verificata a Crotone. Massimo Caloiro, 36 anni, ambulante, pregiudicato, per mesi avrebbe inviato lettere minatorie con finalita’ estorsive alle sue vittime, ma una volta ha sbagliato l’indirizzo e ha messo un finto ordigno nella cassetta delle lettere di un militare, finendo cosi’ per essere identificato ed arrestato. Secondo l’accusa, Caloiro, imbarcato fittiziamente su un motopeschereccio ormeggiato nel porto di Le Castella dal 2009 al 2010, non solo non si e’ mai presentato al lavoro percependo fraudolentemente gli assegni assistenziali, ma ha anche minacciato il proprietario affinche’ gli consegnasse 1.500 euro. L’uomo era gia’ riuscito a farsi consegnare 500 euro. I carabinieri hanno anche denunciato in stato di liberta’ M.G., che all’epoca dei fatti avrebbe prima fatto assumere Caloiro e poi gli avrebbe consentito di ricevere dall’Inps somme non dovute.

Potrebbero interessarti anche...