Crotone: ‘ndrangheta, scoperto un arsenale di armi


Un mitragliatore Kalashnikov, quattro fucili, tra cui una carabina da caccia grossa, sette pistole semiautomatiche calibro 9, nuove e con matricola abrasa, oltre 500 cartucce di vario calibro sono state scoperte dai carabinieri di Crotone nel corso di un’operazione condotta nel trascorso weekend. Le armi, secondo gli investigatori, sono riconducibili alle cosche di ‘ndrangheta di Cutro, dove sono attive tra le più agguerrite ‘ndrine calabresi. A custodire le armi, all’interno della canna fumaria della propria abitazione di campagna, era un insospettabile imbianchino di Cutro, Leonardo Procopio, 41 anni, incensurato, che è stato arrestato per ricettazione e detenzione illegale di armi clandestine e da guerra. Si crede che le armi potessero essere pronte per una nuova guerra tra le cosche.

Potrebbero interessarti anche...