Crotone: ‘ndrangheta, confiscati beni per 21 milioni di euro

La Compagnia della Guardia di Finanza di Crotone ha confiscato beni per circa 21 milioni di euro all’imprenditore Francesco Anselmo Cavarretta, ritenuto contiguo alla cosca di ‘ndrangheta della famiglia Arena di Isola Capo Rizzuto, applicando all’uomo la misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno per tre anni. Nel luglio scorso era stata già data esecuzione ad un sequestro anticipato di beni mobili, immobili ed aziende nella disponibilità diretta ed indiretta dello stesso imprenditore. Secondo gli inquirenti, Cavarretta infatti, si sarebbe inserito nell‘economia legale, favorito da soggetti intranei alla criminalità organizzata, utilizzando ingenti liquidità finanziarie, frutto di proventi illeciti derivanti da contributi statali, europei e rimborsi Iva, erogati ad imprese commerciali a lui riconducibili. I beni confiscati comprendono immobili, diversi esercizi commerciali, società operanti nel settore turistico, alberghiero e di ristorazione e quote societarie relative ad imprese operanti non solo nella provincia crotonese ma anche a Milano, Firenze, Parma, Pisa e Vibo Valentia.

Potrebbero interessarti anche...