Crotone: intascavano la pensione dei parenti morti, tre denunce

Continuavano a intascare la pensione dei familiari morti da alcuni anni, approfittando di una delega alla riscossione. Ammonta a circa 250.000 euro l’importo della truffa scoperta dalle Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia Tributaria di Crotone, che ha portato alla denuncia di tre persone. Attraverso incroci tra i dati anagrafici e gli emolumenti pagati, sono stati scoperti i raggiri commessi, con modalità simili, da tre diverse persone che, avendo taciuto il decesso dei congiunti, regolarmente si presentavano ad incassare la pensione all’ufficio postale pagatore o, più comodamente, ricevevano l’accredito sul conto corrente bancario dove risultavano cointestatari. In un caso, oltre alla truffa, è stato contestato anche il reato di falso, essendo stata certificata dall’interessato, con un’apposita dichiarazione, l’esistenza in vita del genitore, morto invece nel 2002. Le somme riscosse illegittimamente dovranno adesso essere restituite.

Potrebbero interessarti anche...