Crotone: inchiesta turbogas, presunto danno erariale per 13 milioni


La Guardia di Finanza di Crotone ha segnalato alla Corte dei Conti un danno erariale di 13 milioni di euro a conclusione dell’indagine “Energopoli”, relativa ad una presunta truffa sulla mancata realizzazione del Contratto di Programma di Scandale per la costruzione di una centrale a turbogas. Il danno si riferisce all’indebita percezione di finanziamenti a carico del bilancio nazionale e della Regione Calabria. L’accordo di programma prevedeva la realizzazione di investimenti di carattere industriale con una spesa di circa 134 milioni di euro, a fronte dei quali il finanziamento pubblico previsto a carico dello Stato e della Regione ammontava a più di 72 milioni di euro. L’insediamento prevedeva la creazione di almeno 240 posti di lavoro, più le maestranze impegnate nella realizzazione delle opere strutturali. Nell’avviso di conclusione indagini si ipotizzano i reati di associazione per delinquere, riciclaggio, truffa aggravata, falso, estorsione e minacce. Gli indagati sono 12. Ipotizzato un trasferimento di fondi all’estero, che avrebbe, di fatto, svuotato la società di gestione.

Potrebbero interessarti anche...