Crotone: i Carabinieri consegnano al museo la “Stele di Horo”


Ritornera’ a Crotone e sara’ collocata nel museo archeologico la ‘Stele di Horo sui coccodrilli’ sequestrata nel 2011 dai carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Cosenza. La stele fu trafugata negli anni Ottanta, dopo uno scavo abusivo nei pressi dell’ospedale di Crotone, e successivamente venduta in Lombardia. L’inchiesta si e’ conclusa con l’archiviazione, per intervenuta prescrizione, nei confronti dell’unico indagato ed il giudice per le indagini preliminari di Crotone ha disposto la confisca del reperto archeologico e la sua collocazione nel Museo Archeologico di Crotone. Il Cippo di Horo sui coccodrilli – Epoca Tarda (378 a. C. – XXX dinastia) – e’ realizzato in basalto scuro, con un’altezza di 8,7 centimetri ed una larghezza di 5,1 centimetri. Sulla faccia anteriore c’e’ una rappresentazione del Dio Horo fanciullo. Il capo e’ interamente rasato, ad eccezione della parrucca caratteristica dei fanciulli che ricade sulla spalla destra. Il viso e’ lievemente rovinato. La parte posteriore della stele e’ piatta e reca, sulla sommita’, una scena in cui alcune divinita’ adorano una forma composita del sole nascente.

Potrebbero interessarti anche...