Crotone: 14 arresti per rapine

Una banda composta di due gruppi familiari, dedita a rapine in abitazioni, a distributori di benzina e a farmacie, è stata sgominata dai Carabinieri del Comando provinciale di Crotone con l’Operazione Masnada. I militari hanno arrestato 14 persone, nel crotonese ma anche in Emilia e in Lombardia. La banda, secondo l’accusa, oltre alle rapine, effettuava anche spaccio di sostanze stupefacenti nei locali pubblici e nelle scuole. Fra gli arrestati figurano anche i presunti autori di due tentativi di omicidio e di un attentato dinamitardo ai danni dell’assessore comunale all’ambiente di Cutro, Gaetano Squillace, al quale fu fatta saltare l’auto per scoraggiare una sua possibile collaborazione con i Carabinieri in occasione di un tentato furto di materiale informatico. I provvedimenti di custodia cautelare colpiscono anche la cosca facente capo alla famiglia Martino di Cutro, il cui capostipite, Vito Martino, è detenuto per associazione mafiosa. Il clan adesso sarebbe retto dai figli Salvatore e Luigi, arrestati in questa operazione. Le indagini hanno evidenziato che i giovani intendevano sostituirsi ai genitori, creando una propria struttura criminale.

Potrebbero interessarti anche...